A che gioco giochiAmo?

Sono tanti, tantissimi gli atti allegati all’inchiesta calcioscommesse della procura di Cremona e da questi vengono fuori altre partite di Serie A: Palermo-Napoli, Napoli-Chievo e Inter-Chievo.
Gli inquinrenti stanno cercando di capire se il tentativo di manipolare i tre match sia andato a “buon fine” o meno.
E’ Massimo Erodiani, arrestato lo scorso giugno, a tirare in mezzo la sfida fra siciliani e campani durante l’interrogatorio dinnanzi al pm Di Martino.
Durante lo stesso lo scommettitore chiama in causa anche le altre due partite sopracitate che erano già sotto indagine durante la prima fase dell’inchiesta

PALERMO-NAPOLI
Le partite ‘truccate’- dice Erodiani -, non si vengono a sapere se non la domenica mattina… proprio per il fatto di non sputtanarle… la domenica verso l’1.20 le vieni a sapere. In occasione di quell’incontro il gruppo dei ‘Bolognesi’ – il gruppo che secondo la procura fa capo a Beppe Signori – e quello degli ‘Zingari’ fecero un accordo“.
Erodiani dice al pm di non sapere se effettivamente ebbe luogo un incontro.
Fatto sta che alle 3 arrivo’ l’indicazione sulla partita.”
Chi lo comunico’?” domanda il pm.
“Me lo disse Bellavista (ex giocatore del Bari anche lui arrestato a giugno ndr) – confessa Erodiani – addirittura gia’ stavamo, mi sa, uno a uno… sicuramente a partita gia’ iniziata“.
Erodiani dice anche di non sapere se alla fine la combine andò come progettato.
Non possiamo darlo per certo, pero’ con il risultato che fanno loro la partita e’ finita 2-1 per il Palermo, al primo tempo già“.

Nella continuazione dell’interrogatorio Erodiani torna a parlare del match e dei tentativi di manipolare le partite in Serie A sostenendo una tesi interessante: “i bolognesi possono cacciare qualche partita grossa di serie A. Sicuro. Signori, ma pure Giannone o Bruni (ex commercialisti di Signori, ndr). Loro sanno, o perlomeno – chiude Erodiani – loro possono dire il referente che gli fa le partite, che e’ la cosa migliore se si vuole vuotare il sacco“.

NAPOLI-CHIEVO
Si passa alla sfida del San Paolo, Erodiani racconta al pm: “Pirani disse che il Chievo andava li’ a perdere e si faceva da solo la partita, uno primo tempo, uno finale. Partita finita 3-0 dopo 20 minuti“.
E’ una partita combinata da Pirani questa?” domanda il pm.
Come dice lui si’ – replica Erodiani – lui aveva questa informazione tramite l’amico suo Pellissier (punta del Chievo, ndr). E dunque, a combinare la partita furono Pirani con Pellissier“.

INTER-CHIEVO
Il pm legge a Erodiani un’intercettazione all’interno della quale lo stesso scommettitore dice: “l’anno scorso ho fatto il Chievo a Milano. Non parlo di Milan-Chievo – dice Erodiani – parliamo di Inter-Chievo… questa frase me l’ha detta Pirani, perche’ Pirani era amico di Pellissier… me l’ha detta Pirani che l’anno prima aveva giocato Inter-Chievo e fecero una marea di gol‘”.
Pirani le disse che aveva manipolato la partita?
Si’, tramite Pellissier“.
Successivamente il pm chiede ancora a Erodiani se Pirani gli avesse accennato della volontà del Chievo di fare almeno una rete e lo scommettitore risponde: “Sì, sì“.
Quindi aveva ricevuto il benestare della squadra avversaria?” domanda ancora De Martino.
” risponde Erodiani.
E De Martino fa mettere a verbale: “aveva ricevuto il benestare da parte dell’Inter“.

E la storia, purtroppo, continua…

COMMENTA L’ARTICOLO SUL NOSTRO FORUM

Scritto da il 28 dic 2011 . Registrato sotto Generali, News .

TI POTREBBERO INTERESSARE

 

Sondaggio

Agnelli in Ferrari, Nedved presidente Juve: scenario intrigante?

View Results

Loading ... Loading ...

CJ sul tuo smartphone

LA VIGNETTA

Social Network