Correva l’anno 2010: Juventus – Napoli 3-0 [Tim Cup]

Se è vero che “negli ultimi anni la Juve ha sofferto il Napoli in campionato”, non è altrettanto vero che ciò sia accaduto anche in Coppa Italia. Ed uno come me, napoletano dal cuore a strisce bianconere, questa è una cosa che rimane impressa nei ricordi. Tant’è che mi sono divertito a ricordare tutti i precedenti scontri di coppa tra zebre e ciucci… il risultato? La squadra azzurra ne esce eccessivamente sconfitta, e i suoi tifosi possono aggrapparsi solo a quella partita, vinta ai rigori, dopo che un ragazzo di nome Alex Del Piero, aveva sciorinato calcio per 60′, lasciando il campo senza i meritati applausi (evidentemente i tifosi napoletani non è sono sportivi quanto i madrileni).

A costo di non allontanarmi troppo e non dare modo di pensare, a qualche invidioso dalla memoria troppo corta, che io abbia dovuto scavare troppo a fondo per trovare una vittoria schiacciante della Vecchia Signora ai danni dei partenopei, ho deciso di tornare indietro di appena 2 anni e mezzo.

13 Gennaio 2010, Stadio Olimpico di Torino. La Juve di Ciro Ferrara, dopo un’avvio di stagione davvero notevole, ha già cominciato a dare segnali di difficoltà. Il Napoli, invece, dal canto suo sta disputando un bel campionato, anche se sta vivendo, proprio in questo periodo, una fase calante che però non ha intaccato più di tanto le indubbie qualità della squadra.

L’aria è fredda, i giocatori sputano condensa dalla bocca ad ogni parola che provano a pronunciare. Ed è proprio uno, che al freddo ha imparato ad abituarsi, a cambiare il risultato dopo 24′ di nulla: il brasiliano Diego Ribas da Cunha, dopo aver seguito da fuori area l’azione della sua squadra, viene servito involontariamente da un intercetto di Zuniga; il numero 28 bianconero arriva un po’ sbilanciato sul pallone ma, col destro, riesce a colpirlo, realizzando un gol da cineteca: un pallonetto dai 30 metri che supera Iezzo.

A questo punto arriva puntuale la risposta del Napoli, che già durante il primo tempo tenta qualche affondo, senza però risultare pericoloso. Nella ripresa, invece, torna a farsi sotto la Juve, intenta a chiudere i conti anzitempo. Prima ci prova Del Piero, con un improbabile colpo di tacco, poi è De Ceglie ad impensierire Iezzo con una conclusione dalla sinistra. Ma è il palo colpito da Diego a metà della ripresa a scuotere il Napoli, che non tarda a rispondere: dalla media distanza Hamsik prende la mira e con un gran tiro supera Manninger, ma non l’incorcio dei pali, che gli nega la gioia del pareggio.

La famosissima “dura legge del gol” ha un solo articolo e un solo comma:”Gol sbagliato, gol subito”. Ed è quello che accade dopo il legno di Hamsik: al 77′ sgroppata di Caceres sulla fascia destra, il cross basso attraversa tutta l’area ed arriva, all’altezza dell’altro palo, a Del Piero; il capitano colpisce di prima intenzione da pochi passi e trafigge Iezzo per il 2-0 della Juventus.

Il numero 10 bianconero si ripete dopo appena 5′: Diego parte palla al piede, entra in area e viene messo giù da Contini con una spinta, per l’arbitro Romeo è calcio di rigore. Dal dischetto Alex non sbaglia e chiude definitivamente i conti con un sonorissimo 3-0.

Siccome sono un amante della precisione, ecco gli altri precedenti di Coppa Italia tra le due squadra, degli ultimi 15 anni.

1° dicembre 1999: Napoli – Juventus 1-3 (Inzaghi, Troise (a), Turrini (r), Kovacevic)

16 dicembre 1999: Juventus – Napoli 1-0 (Esnaider)

27 agosto 2006: Napoli – Juventus 3-3 (8-7 dcr) (Chiellini, Bucchi, Calaio, Del Piero (2), Cannavaro P.)

4 febbraio 2009: Juventus – Napoli 0-0 (4-3 dcr)

13 gennaio 2010: Juventus – Napoli 3-0 (Diego, Del Piero (2))

Scritto da il 20 mag 2012 . Registrato sotto Amarcord, Eventi, Generali, News .

TI POTREBBERO INTERESSARE

 

Sondaggio

Champions: quale sarà il destino bianconero alla fine del girone?

View Results

Loading ... Loading ...

CJ sul tuo smartphone

LA VIGNETTA

Social Network