Canale non Ufficiale

Ecco cosa potrà fare Conte dopo la squalifica

Antonio Conte è stato condannato a 10 mesi di squalifica dalla (in)giustizia sportiva, dopo la sentenza di primo grado. Sia la società che il tecnico hanno confermato, se ce n’era bisogno, che il progetto del tecnico salentino continuerà anche per la prossima stagione. Resta quindi da capire quali saranno, per l’allenatore campione d’Italia, le limitazioni dovute alla squalifica.

Ai microfoni di Sky Sport, l’avv. Mattia Grassani, esperto di diritto dello sport, fa il punto della situazione: “Le sanzioni in ambito sportivo non pregiudicano il lavoro dei tesserati. Non può svolgere lavoro in ambito FIGC, ovvero andare negli spogliatoi prima, durante e dopo la partita, andare in mixed zone e allenare la squadra in campo durante partita. Il resto, conduzione tecnica e della preparazione, ritiri pre-gara e tutto ciò che concerne il rapporto subordinato con la Juventus, è consentito.”

Alla domanda sulle possibili comunicazioni telefoniche tra Conte, in tribuna, e Carrera, in panchina, l’avvocato chiarisce: “Il regolamento è chiaro. Ci sono stati allenatori colti sul fatto nel trasmettere informazioni con telefonini, bigliettini o passaparola. Il regolamento vieta di poter impartire qualsiasi istruzione tecnica, anche tramite terzi”

Insomma, mister Conte dovrà rispettare questi limiti, nella speranza che i giudizi di secondo e terzo grado siano positivi al punto da rivederlo di nuovo nel suo territorio: quel rettangolino verde chiamato “area tecnica”.

 

Scritto da il 10 ago 2012 . Registrato sotto Altro caos, Calciocaos, Generali, News .

TI POTREBBERO INTERESSARE

 

Sondaggio

WALLPAPER CJ - Chi è stato il miglior bianconero di febbraio?

View Results

Loading ... Loading ...

CJ sul tuo smartphone

LA VIGNETTA

Social Network