Canale non Ufficiale

Gol, lacrime e standing ovation nel Del Piero day

di Alessandro Silvestri

Festa doveva essere e festa è stata. Al passo di addio di Alex Del Piero, la Juve festeggia per l’imbattibilità in campionato, ma soprattutto per lui, il grande numero 10 bianconero che saluta i suoi tifosi con la rete numero 290 in bianconero. Di Marrone la rete iniziale del match, mentre nella ripresa c’è l’autogol di Lichsteiner e il rigore di Barzagli.

Conte vara un massiccio turn-over per omaggiare tutti coloro che nel corso della stagione hanno avuto meno spazio. Nella difesa a 4, riposa Barzagli, con Estigbarria arretrato sulla sinistra. A centrocampo, nessun riposo per Pirlo, l’unico “titolare” del terzetto mediano in campo dall’inizio, coadiuvato dal giovane Marrone e da Giaccherini e Padoin sulle ali. In attacco, con Borriello, c’è ovviamente capitan Del Piero, al passo d’addio.

Colantuono, invece, conferma la squadra titolare, con la sola eccezione di Frezzolini in luogo di Consigli. Al supporto di Denis c’è Moralez, mentre Schelotto e Bonaventura hanno il compito di macinare chilometri sulle corsie laterali.

Il match inizia subito con un duro tackle di Cazzola  su Del Piero non scevro di conseguenze per il capitano bianconero. La Juve in uno stadio festante inizia subito ad imporre il suo gioco, anche se la prima occasione è diDenis, ma Storari risponde presente. Al 10’ però c’è la rete del vantaggio bianconero: Borriello al limite dell’area si impossessa del pallone vagante ed entra in area con la solita irruenza, per poi servire con un tacco straordinario l’accorrente Marrone che con un destro di rara potenza trafigge Frezzolini per il suo primo gol con la maglia bianconera. Se Marrone è il futuro, il passato recente, la storia della Juventus ha un unico nome: Alessandro Del Piero. Il numero 10 bianconero, claudicante al ginocchio per la botta ricevuta ad inizio match, al 28’ si regala il gol più atteso, il più desiderato, ed è un classico marchio della casa, pallone a giro, dal limite dell’area, a sorprendere il portiere. Lo Juventus Stadium esulta per l’ennesima prodezza del suo campione, abbracciato dal calore della sue gente e dei suoi compagni di squadra. Denis, un minuto dopo, fa tutto bene, ma spara clamorosamente alto davanti a Storari. Il match è giocato a ritmi alti da entrambe le squadre, complice una situazione di classifica definita ed a giovarne è soprattutto lo spettacolo. Con il doppio vantaggio bianconero si chiudono i primi 45 minuti di gioco.

Il momento cruciale della ripresa è al 57’, quando Alessandro Del Piero lascia il campo a Pepe. Un minuto di applausi per il numero 10 della Juve, non solo da parte di tutto lo Juventus Stadium, ma da tutti gli sportivi italiani e non. Grazie Alex! Nella Juve, Borriello cerca con insistenza la rete, ma l’ex bomber di Roma e Milan pecca di precisione. Nel frattempo, giro di campo a partita in corso per Pinturicchio, con i tifosi che seguono unicamente il tragitto del loro idolo, piuttosto che la gara. Al 65’ l’Atalanta ha l’occasione per riaprire il match, ma Storari è miracoloso sul tiro di esterno di Bonaventura. Il match inevitabilmente finisce in sordina, con le squadre che si limitano a vedere il cronometro trascorrere, ma a sorpresa all’83’ c’è la meritata rete dell’Atalanta con una goffa autorete di Lichsteiner. La notizia peggiore arriva all’88’ con l’infortunio di Chiellini che abbandona il terreno in lacrime. Paura per la finale di Coppa, ma anche per l’Europeo. Al posto di Chiellini, entra Barzagli, giusto in tempo per presentarsi dal dischetto e segnare il primo gol in stagione. Era l’unico “titolare” a non aver timbrato il tabellino in stagione e con la sua rete sono ben 20 i giocatori che hanno segnato in campionato con la maglia bianconera. Un vero trionfo per il lavoro di Conte. La partita si conclude sul 3-1, imbattibilità conservata e congedo da re per Alex Del Piero.

JUVENTUS-ATALANTA 3-1 (2-0) 

MARCATORI: 10′ Marrone, 28′ Del Piero, 83’ aut .Lichsteiner, 91’ Barzagli (rig.).

JUVENTUS (4-3-3):Storari; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini (88’ Barazagli), Estigarribia (65’ Quagliarella); Padoin, Pirlo, Marrone; Giaccherini, Borriello, Del Piero (57’ Pepe). All.Conte

ATALANTA (4-4-1-1): Frezzolini; Bellini, Lucchini, Manfredini, Peluso; Schelotto (52’ Minotti), Carmona, Cazzola (82’ Cigarini), Bonaventura; Moralez (52’ Gabbiadini); Denis. All.Colantuono

Fonte: Fantagazzetta.com

Scritto da il 13 mag 2012 . Registrato sotto Generali, Juve VS..., News, Serie A 2011/2012 .

TI POTREBBERO INTERESSARE

 

Sondaggio

WALLPAPER CJ - Chi è stato il miglior bianconero di febbraio?

View Results

Loading ... Loading ...

CJ sul tuo smartphone

LA VIGNETTA

Social Network