Canale non Ufficiale

Il mercato dei sogni (parte seconda)

Dopo la bellissima prima parte, continua il nostro viaggio nel mercato dei sogni dello staff di Canale Juve:

Vincenzo Currò:

Il mercato dei sogni è un bellissimo titolo, come bellissimo è sognare. Soprattutto ad occhi aperti. Però, giusto per non rimanere deluso, preferisco farlo con moderazione, e con un pizzico di realismo. Andando ruolo per ruolo. Per i tre portieri, ovviamente, mi stanno benissimo Buffon, Storari e Manninger. Qualora quest’ultimo volesse andar via, Arcari del Brescia, di cui si è parlato qualche settimana fa, sarebbe un’ottima soluzione. Per la difesa, intoccabili tutti: Bonucci, Barzagli, Chiellini, Caceres, Lichtsteiner, De Ceglie. A completare l’ideale sarebbe qualcuno che possa ricoprire più ruoli: Bocchetti e Zapata non sarebbero male, considerato che possono indistintamente giocare da centrali o sulla fascia. Poi, dovendo proprio fare un nome da “sogno” Hummels lo prenderei al volo. Il centrocampo è praticamente fatto con gli innesti di Isla ed Asamoah: colpi da non sottovalutare. Con loro due più Pirlo, Marchisio, Vidal, Pepe, Marrone e Pogba siamo praticamente a posto. Anzi, c’è pure troppa abbondanza. Ecco le mie personali istruzioni per l’uso: via Krasic, Elia, Padoin (buon giocatore ma troverebbe ancora meno spazio di quello racimolato negli ultimi sei mesi), in prestito Pogba, ma purchè vada a giocare con una certa continuità, cercare di ottenere il rinnovo del prestito di Estigarribia e riscattare Giaccherini. Ma, quel che importa sopra ogni cosa è prendere Verratti, assolutamente. Poi in base a ciò che riterrà opportuno Conte, si deciderà se lasciarlo un altro anno al Pescara, oppure se portarlo subito in bianconero (soluzione che prediligo), ma non facciamoci scappare il ragazzo. Dovendo anche qui fare comunque un nome “impossibile”, ho pochi dubbi: Yaya Toure del City, centrocampista pazzesco. E siamo all’attacco. E qui casca l’asino, o meglio il centravanti. La questione Matri mi sta molto a cuore. Alessandro è un bravo centravanti, l’ha dimostrato anche se con una certa discontinuità, per cui rinunciarci sarebbe cosa da fare non a cuor leggero. Partendo dal presupposto che Vucinic e Quagliarella non li cederei (e non verranno ceduti), rimangono in ballo il tanto decantato top player, e il centravanti, chiamiamolo così, di “riserva”. Cercando di sintetizzare il più possibile, i miei sogni più grandi si chiamano, per il primo caso, Cavani ed Hulk. Ma peccando forse di eccessivo realismo, credo si tratti di due affari impossibili. Dunque, andando sul concreto, opto per Suarez come top player. Quanto al ruolo dell’altra prima punta, se ne ve fosse possibilità economica, con tutto il dispiacere di questo mondo, cercherei di vendere Matri per portare alla Juventus Destro: calciatore dalle potenzialità devastanti. Certo, ci sarebbe pure Jovetic che non è niente male, ma è un altro nome difficile da portare alla Juve. In soldoni, sarebbe questa la squadra che vorrei vedere in campo l’anno prossimo: Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Marchisio, Pirlo, Vidal; Vucinic, Suarez (Van Persie), Pepe. Ma finora ho taciuto su quello che è il mio sogno più grande: leggere, scorrendo i nomi della rosa bianconera per la stagione ventura, alla voce attaccanti “10 Alessandro Del Piero”. Allenatore, ovviamente, l’unico e solo Antonio Conte.

Luca Tonazzini: 

Partiamo da un doppio colpo davvero inaspettato com’è stato quello dei centrocampisti friulani Isla e Asamoah per coltivare il sogno di un mercato davvero strepitoso. Marotta ha forse imparato a dire certi nomi in pubblico per trattarne altri in privato, come DEVE fare ogni buon mercante.
A questo punto, va da sè, che le operazioni Van Persie, Suarez, Cavani e Higuain non andranno mai in porto. A me piace volare basso, credo che questa squadra abbia bisogno ancora di qualche pedina per poter giocare su tre fronti, secondo me mancano un difensore centrale di riserva, un esterno sinistro di valore e la punta (prolifica).
Per il ruolo di centrale di riserva mi piacerebbe davvero l’arrivo di uno tra Astori e Acerbi, due difensori italiani e giovani che hanno molte prospettive davanti a loro anche se forse la trattativa più facile sarebbe quella con il Villareal per riportare in Italia Zapata, come esterno di sinistra ci vorrebbe un uomo che sappia fare le due fasi quasi allo stesso livello (se si vuol continuare col 3-5-2 ovvio) e penserei ad Adriano del Barcellona, anche se non mi dispiacerebbe tentare il recupero di Juan Manuel Vargas della Fiorentina. Se invece dovessi fare una scommessa penserei a Gibbs dell’Arsenal.
In avanti, escludendo i quattro nomi fatti prima, credo che possa arrivare uno tra Rossi, Dzeko e Jovetic. L’italoamericano potrebbe essere acquistato ad un prezzo relativo basso per la congiuntura retrocessione-infortunio, il bomber bosniaco ha fatto capire di voler cambiare aria visto il poco spazio che trova con la maglia del City, mentre il viola ha l’età giusta per esplodere e diventare un crack di livello mondiale e varrebbe dunque la pena provare una trattativa con qualche contropartita tecnica per abbassarne il prezzo.

Scritto da il 9 giu 2012 . Registrato sotto Calciomercato, News .

TI POTREBBERO INTERESSARE

 

Sondaggio

WALLPAPER CJ - Chi è stato il miglior bianconero di febbraio?

View Results

Loading ... Loading ...

CJ sul tuo smartphone

LA VIGNETTA

Social Network