Ormai il calcio si sta evolvendo. E’ sempre più fisico, più veloce, in Italia molto più tattico e schematico, ma quello che è certo è che non ci si ferma qui.

L’ultima trovata per poter (sperare di) vincere viene direttamente dal Napoli.

A Pechino, dove si trovano Juventus e Napoli in vista della partita di Supercoppa Italiana, sono state avvistate delle spie nella seduta di allenamento dei bianconeri. Erano in palestra all’Olympic Sport Center quando alcune persone dello staff bianconero sono state attirate dai flash delle macchinette fotografiche oltre il vetro dell’impianto. Subito è stato avvisato Fabio Partici che oltre il vetro della palestra ha riconosciuto Enzo Congina (collaboratore ai tempi del Piacenza proprio con Paratici) e Cluadio Nitti.

La Spy Story non è stata presa bene dalla Juventus e sono susseguite chiamate tra lo stesso Paratici e Bigon. Momenti di imbarazzo, di scuse ovvie e di tensione crescente, il tutto per mettere ancora più pepe sulla sfida di sabato.