Claudio Marchisio “E’ stata una partita strana, abbiamo subito tre gol, ma potevamo andare in vantaggio quando eravamo ancora sullo 0-0. Loro ci lasciavano spazio in contropiede, ma sono stati bravi a sfruttare le occasioni che hanno avuto. Adesso abbiamo un po’ di tempo libero, dobbiamo liberare la mente e poi iniziare a lavorare pensando a quello che abbiamo sbagliato stasera. All’inizio del secondo tempo siamo partiti molto bene se fossimo andati in vantaggio, la partita avrebbe avuto un’altra storia. Non dobbiamo sentire voci che ci sono fuori. Dobbiamo lavorare e non pensare ad altro. L’occasione? Pensavo di essere in fuorigioco, pensavo di colpire la palla in modo piu’ deciso e angolata, mi sono mangiato un gol in un’occasione importante. Speriamo di non sbagliare quando le partite conteranno. Abbiamo gli anticorpi per reagire a quello che succede all’esterno, siamo un gruppo forte, ci sono stati giorni duri, ma la squadra si è sempre allenata duramente. Il mister sa su cosa lavorare e noi pure. Siamo ottimisti perché al di là dell’aspetto fisico, tutti i giorni la squadra e’ sempre riuscita a stare tranquilla nonostante quello che e’ successo. Non abbiniamo questa sconfitta a problemi che il nostro calcio ha in Italia. Siamo una squadra forte e lo sappiamo”.

Andrea Barzagli  “Potevamo fare molto meglio anche noi difensori, parecchie responsabilità sono anche nostre. Pero’ quando si parla di difesa e’ sempre una situazione di squadra. Ci sono meccanismi da migliorare in tutta la squadra. Da tanto non giocavamo insieme ma non dobbiamo cercare alibi. Non doveva finire così: il risultato non conta, sarebbe stato uguale parlare di una sconfitta anche solo per 1-0. Come stiamo di testa? Non dobbiamo farci condizionare da quello che sta succedendo, c’e’ stato un impatto forte con il mondo del calcio, tutto adesso si è scaraventato su di noi, perché siamo la Nazionale e siamo al centro di tutto. Il campo deve essere la valvola di sfogo, ma possiamo ancora migliorare. La difesa a tre? Non so, può essere un’opzione dipende dal mister, noi siamo aperti a tutto, anche se il nostro reparto difensivo e’ abituato a giocare a quattro, ma siamo alle dipendenze del misiter. Una ragione per essere ottimisti? Dobbiamo ancora iniziare un Europeo, dobbiamo esserlo per forza. Oggi abbiamo preso un brutto colpo, ma spero che ci faccia bene per ripartire alla grande sia nel prossimo allenamento che nella partita con la Spagna”.

Enrico Castellacci (Medico Italia): “Il mister l’ha sostituito a livello precauzionale. Non è niente di grave, non ci sono problemi per il recupero per le gare che conteranno davvero. Adesso farà fisioterapia, le cure adatte, poi si allenerà regolarmente”.

fonte: Eurosport