Canale non Ufficiale

Juventus – Napoli: analisi statistica

La Juventus sta attraversando probabilmente il momento di forma più brillante del suo campionato: non subisce gol da 4 partite consecutive, in cui è andata a rete per 10 volte con 9 giocatori differenti ( Vidal, uomo simbolo del momento, è l’unico ad aver replicato in due occasioni: Fiorentina e Napoli, in entrambi i casi con il gol del 2-0 ).

Dal profilo statistico emergono dati che cristallizzano chiaramente la partita dello Juventus Stadium di domenica sera: dato che parlano di una Juventus agonisticamente superiore e di un Napoli mai pericoloso.

Il furore atletico che pervade la squadra di Conte è ben testimoniato dal numero di tackles ( 25 contro 21 ) con 19 falli a contorno ( contro i 18 del Napoli ). Vidal, Chiellini e Marchisio i giocatori più brillanti nelle rispettive classifiche. Il cileno in particolare rappresenta alla perfezione il livello della prestazione juventina: se la squadra di Conte punta molto sul possesso palla e sulla circolazione insistita della sfera cercando di penetrare l’avversario al minimo errore, un giocatore come Vidal in grado di completare 61 passaggi con una precisione del 79% ( secondo solo a Pirlo, 71 passaggi con una precisione monstre dell’87% ) e di vincere 7 tackles rappresenta al meglio le due anime del team bianconero. Circolazione di palla e aggressività.

Complessivamente la Juventus ha tirato verso la porta di De Sanctis per 27 volte ( 9 nello specchio ) a fronte delle sole 7 conclusioni partenopee ( tutte fuori dallo specchio ): a testimonianza di una pericolosità assoluta de bianconeri e di una sterilità dei napoletani che trova il giusto contraltare nella prestazione superba sfornata dai tre difensori centrali, tutti perfettamente a loro agio in un sistema che esalta anzitutto le loro caratteristiche. In partita il Napoli ha scelto, essendo in inferiorità numerica in fase di preparazione dell’azione juventina, di pressare maggiormente Bonucci e Barzagli e dare più metri a Chiellini: non a caso Giorgio ha effettuato poco meno del doppio dei passaggi dei compagni. E lo ha fatto con buona precisione ( 79% ) anche se il dato più impressionante è la precisione di Leonardo Bonucci che ha effettuato con successo il 97% dei passaggi tentati.

Da sottolineare il positivo ingresso di Alex Del Piero, che in una manciata di minuti ha fornito il pregevole assist a Quagliarella ed è il giocatore che ha provato e trovato con successo il dribbling più dei suoi compagni di squadra: vero che il quadro tattico del match era già molto differente rispetto ad inizio partita, ma non tutte le squadre hanno in panchina un giocatore in grado di dribblare efficacemente per 5 volte in poco più di 10 minuti. E dei 22 scesi in campo domenica sera, nessuno ha fatto meglio di Alex in questo fondamentale.

Scritto da il 2 apr 2012 . Registrato sotto Generali, News .

TI POTREBBERO INTERESSARE

 

Sondaggio

WALLPAPER CJ - Chi è stato il miglior bianconero di febbraio?

View Results

Loading ... Loading ...

CJ sul tuo smartphone

LA VIGNETTA

Social Network