Canale non Ufficiale

Nascono le squadre B? No, la Figc fa lo struzzo…

Tranquilli, cari lettori: Abete ed Albertini, assieme al consiglio federale tutto, dormono sonni tranquilli, ora più di prima dal momento che potranno godere dell’onda lunga prodotta del buon torneo della Nazionale di Prandelli.

Niente seconde squadre per Juve, Milan, Inter e via dicendo. Che succede quindi? Succede che Claudio Lotito e Marco Mezzaroma acquistano il Salerno Calcio, ossia la reincarnazione della vecchia Salernitana dopo il recente crack finanziario ( con gli amaranto che ripartirono dai Dilettanti). Sin qui, tutto liscio, non fosse che per il fastidioso contrattempo dell’art. 16 bis delle NOIF che, per farla breve, vieta chiaramente i controlli incrociati di più società calcistiche da parte dei medesimi soggetti e loro parenti sino al quarto grado.

L’idea che sottostà all’acquisto del Salerno è chiara: creare una sinergia diversa rispetto a quella che ad oggi può sussistere tra prima squadra e primavera, e blindare il percorso dei giovani che vanno a farsi le ossa in provincia sicuri del loro impiego ( fintanto che questo conviene alla casa- madre, chiaramente) senza rischiare la via del prestito in altre società, con il rischio che il ragazzo faccia panchina, o peggio ancora di intricate trattative relative alle comproprietà.

Ma, si diceva, le norme federali lo impediscono, e come sanzione diretta prevedono l’impossibilità di iscrivere le società appartenenti al medesimo soggetto. Poiché sulla questione c’è un certo gradimento di Petrucci ( evidentemente i rapporti con Lotito si sono lievemente normalizzati dopo la felice conclusione dell’affaire stadio Olimpico ), e poiché non è semplice rifiutare l’iscrizione della Lazio alla prossima Serie A, il Consiglio Federale ha creduto giusto far quello che riesce loro meglio: temporeggiare.

Il risultato è stato una deroga semestrale che consentirà l’iscrizione delle squadre suddette in attesa del consiglio federale di dicembre, senza che si sia pervenuti ad una deroga dell’art. 16 bis. Una forzatura evidente, tipica di una Federazione capace all’occorrenza di interpretare estensivamente le norme, salvo trincerarsi dietro cavilli quando la situazione richieda soluzioni ponziopilatesche.

La questione torna di moda tutte le volte che i colletti bianchi della Figc si presentano davanti ai taccuini, spendendo belle parole e chiedendo pazienza: ma quella è ormai esaurita, e la linfa vitale del calcio è nelle società che sanno proporre qualcosa di diverso, uniche sacche di vita di un pianeta calcio dai connotati sempre più carcinomatoso.

Scritto da il 5 lug 2012 . Registrato sotto Calcio Italiano, Extra, Generali, News .

TI POTREBBERO INTERESSARE

 

Sondaggio

Calciomercato, la Juventus deve scegliere tra Morata e Balotelli. Voi chi preferireste?

View Results

Loading ... Loading ...

CJ sul tuo smartphone

LA VIGNETTA

Social Network