Si Ricomincia! Tra panettoni, pandori, brachetti e spumanti è giunto il momento di tornare a goderci la nostra Juventus. Difficile rimanere attaccati al campo quando fuori il mercato imperversa in un turbinio di voci ed emozioni che alla fine devono lasciare il tempo che trovano. Ora non ci sono più da fare regali a nessuno e non ci rimane che incitare alla lotta fino alla fine del campionato, la prima vittima deve essere il Lecce, senza se e senza ma.

MODULI A CONFRONTO

Lecce: 5-3-2 / 3-5-2 Che dir si voglia, Cosmi punterà su una formazione abbottonata sulle fasce e pronta alle ripartenze, sfruttando magari la verve di Muriel, ennesimo gioiellino targato Udine. Oltre alla difesa ballerina, il vero punto debole dei salentini è il centrocampo poco assortito per qualità e quantità. Obodo difficilmente tornerà quello dei tempi dell’Udinese (e nemmeno ero un gran ché), Giacomazzi e Olivera sono sicuramente interessanti sotto l’aspetto propositivo, meno su quello tattico. Sicuramente la pressione su Pirlo sarà elevata come sempre, con Vidal che dovrà aiutare molto in fase di costruzione. Cosmi punta molto sulla velocità di Mesbah, Cuadrado, Di Michele e Muriel, sempre pronti ad infilarsi nei pertugi e spesso letali sulle ripartenze. Il rischio più grande per i salentini sarà quello di prendere gol nei primi minuti e di dover per forza di cose cambiare impostazione al match.

Juventus: 4-3-3 Confermatissimo di Mister Conte che sembra aver come unico dubbio l’impiego di Quagliarella ai danni di Matri. Certo è che con l’acquisto di Borriello sarebbe un duro colpo per l’attaccante ex Cagliari perdere anche il confronto con Quagliarella. Ma Conte, giustamente, non guarda in faccia a nessuno e sceglierà sempre e solo la soluzione che riterrà più opportuna. La Juventus dal canto suo dovrà fare dell’aggressività e del possesso palla l’ariete per sfondare la tenera retroguardia salentina (Oddo da centrale lascia perplessità) senza però esagerare nella ricerca di giocate complicate. Quello che conta è tenere in mano il centrocampo che  numericamente si troverà in effettiva superiorità numerica, (5 vs 3) sono numeri più teorici che pratici perchè nell’evolversi delle situazioni, considerando sia il calcio “totale”di Conte che gli esterni duttili di Cosmi, i numeri cambieranno continuamente. Centralmente però si avrà un pari 3 vs 3, anche se Cosmi potrebbe fare a meno del metodista, difficilmente dovrà impostare un’azione, e puntare tutto su lanci e verticalizzazioni.

GIOCATORI CHIAVE

Muriel: il fenomenino dell’Udinese sembra poter essere l’ennesimo crack, la retroguardia juventina, Bonucci in primis, dovrà stare molto attenta, specialmente nel commettere falli pericolosi con ottimi tiratori come Giacomazzi e Di Michele.

Pepe: Da lui ormai ci si attende un girone di ritorno da conferma, se dovesse riuscire a ripetersi la nomea di “ciabattone” potrebbe finalmente lasciarlo. Sempre uno dei più attivi in allenamento e dotato di una rara capacità: dare il massimo con davanti qualsiasi avversario.

Matri/Quagliarella: E’ arrivato Borriello e quindi le maglie si restringono, chi dei due sarà impiegato dovrà dimostrare di essere il migliore. Conte vuole proprio questo e questo loro dovranno dare.

Mesbah: Alla Juve ha già segnato e a tratti si rivela essere un giocatore veramente interessante, dalla sua parte dovrà contenere Lich (speriamo si sia ricaricato) e Pepe, vediamo come il talento algerino se la caverà.

DUELLO

ODDO VS VUCINIC: Uno scontro inevitabile che Mirko dovrà in tutti i modi far suo, ci siamo resi conto di quanto Mirko valga per la Juve durante la sua assenza, ora è giunto il momento di dimostrare di essere un campione.

CONCLUSIONE

Il Lecce ha espresso un buon calcio, rovinato spesso e volentieri da momenti di idiozia calcistica (vedi partita con Milan). I giocatori hanno valore e persone come Giacomazzi e Di Michele possono far male a chiunque. Vediamo se la pausa è servita più a noi o a loro, sicuramente se la Juve vuole tornare Juve, Lecce dovrà cadere, possibilmente con fragore, perché i segnali da dare ci devono essere e devono essere importanti. Buona Juventus!!!