Canale non Ufficiale

Sette finali

Sette finali. Con questo spirito la Juve dovrà affrontare le sette partite che le restano di questo campionato. I bianconeri, tornati a due punti dal Milan dopo la vittoria nell’anticipo dei rossoneri a Verona, già stasera giocheranno una partita chiave del loro cammino.

Il Milan è tutt’altro che morto: la sconfitta di sabato contro la Fiorentina aveva fatto sospettare a qualcuno che fosse bollito, ma la vittoria giocando da provinciale  (più un merito che un demerito) di ieri ha rimescolato subito le carte. Il Milan non sa difendere, per vincere deve sempre e solo attaccare, si diceva. Ieri ha vinto difendendosi, con una squadra rimaneggiata. E ha dimostrato di saper vincere anche giocando male, cosa che la Juve non ha mai fatto. Le sorprese sono sempre dietro l’angolo, ma il calendario sorride ai rossoneri: su 6 partite ne hanno 5 a Milano (derby compreso), con l’unica vera trasferta a Siena. In casa Genoa, Bologna, Atalanta, Novara. L’unica partita insidiosa è il derby appunto, ma non è impossibile ipotizzare che come fece il Milan di Zac i rossoneri possano da qui alla fine fare un filotto di sette vittorie.

Il cammino per i bianconeri nasconde più insidie: Lazio, Roma, Lecce e Atalanta in casa, Cesena, Novara e Cagliari fuori. Le partite più impegnative sono senza dubbio con le due squadre della Capitale. Per essere sicuri di non dover aspettare favori altrui, per continuare a sognare è necessario quindi vincerle tutte. E già stasera, in casa contro la terza, c’è il primo grande scoglio da superare.

COMMENTA L’ARTICOLO NEL FORUM

Scritto da il 11 apr 2012 . Registrato sotto Generali, News .

TI POTREBBERO INTERESSARE

 

Sondaggio

WALLPAPER CJ - Chi è stato il miglior bianconero di febbraio?

View Results

Loading ... Loading ...

CJ sul tuo smartphone

LA VIGNETTA

Social Network