Canale non Ufficiale

Solidità patrimoniale e fiducia nel progetto: ora vietato sbagliare

Ed infine, i piccoli azionisti, tifosi che partecipano alla vita della Juventus comprandone un pezzettino, non hanno resistito al richiamo della propria “fede”: nonostante il momento di congiuntura economica tutt’altro che favorevole, ancora una volta i piccoli azionisti hanno risposto presente. Non l’avrebbe meritato, la Juventus di questi ultimi anni. Secondo aumento di capitale dal 2006, altra operazione che ha finito per gravare pesantemente sulle spalle di chi, per affetto e tifo, decide di possedere una manciata di azioni della Juventus: avrebbero dovuto pagare altri, magari quelli che hanno creato l’immane danno patrimoniale, d’immagine ed economico con la retrocessione in serie B, e con ciò ci riferiamo sia alla Figc che agli stessi proprietari che non hanno esitato ad appoggiare la testa sul ceppo del boia. Ma anche gli architetti dell’attuale operazione sul capitale, che solo per l’intervento della Consob non ha assunto le fosche tinte di una vera e propria pugnalata alle spalle dei piccoli azionisti: ciò nonostante, la risposta del mercato è stata positiva ed ancora una volta la matrigna Exor ha potuto contare sull’apporto più che mai generoso degli accoliti della Signora.

Le azioni offerte in opzione sono state sottoscritte sino all’87,4%, scongiurando di fatto la prospettiva del delisting e dimostrando che il progetto tecnico e societario guidato da Andrea Agnelli ha, ad oggi, l’appoggio dei tifosi. Una solidità non solo economica, quindi, ma un vero e proprio attestato di fiducia: che non venga tradita come troppo spesso è accaduto in questi ultimi sei anni, invocare un terzo perdono sarebbe decisamente troppo.

COMMENTA L’ARTICOLO SUL NOSTRO FORUM

Scritto da il 20 gen 2012 . Registrato sotto Generali, JuvEconomy, News, Rubriche .

TI POTREBBERO INTERESSARE

 

Sondaggio

Calciomercato, la Juventus deve scegliere tra Morata e Balotelli. Voi chi preferireste?

View Results

Loading ... Loading ...

CJ sul tuo smartphone

LA VIGNETTA

Social Network