Canale non Ufficiale

Un treno da 10 milioni

di Venanzio Vigliardi

La dirigenza bianconera l’estate scorsa si è data da fare fin dai primi giorni. Piuttosto che alla sola quantità, si è iniziato a pensare anche alla qualità che spesso era venuta meno nella società di Corso Galileo Ferraris nel periodo successivo al 2006. Il giocatore che si è rivelato la vera sorpresa di questa prima parte di campionato è Stephen Lichtsteiner. Il terzino classe ’84 dopo aver vestito per tre stagioni la casacca biancoceleste della Lazio si è trasferito a Torino per fare il definitivo salto di qualità.

E infatti: pronti,via. Esordio allo Juventus Stadium e dello Juventus Stadium battezzato dopo un quarto d’ora dal difensore elvetico che con un inserimento sfrutta a dovere un’invenzione di Pirlo (altro acquisto dell’estate bianconera): stop a seguire che anticipa l’uscita di Mirante e facile appoggio a porta ormai sguarnita.
Si potrebbe considerare una casualità per un terzino segnare un gol al tempo stesso storico nonché importante per sbloccare il risultato. E invece no. anche qui il merito, indubbiamente, è di mister Conte. Stephen nel proseguo del campionato ha continuato ad arare la fascia sfruttando una posizione più offensiva rispetto a quella cui era abituato, trovandosi spesso nel ruolo di protagonista nelle azioni pericolose della squadra. Per non andare troppo il là col tempo basta ricordarsi dell’assist a Vucinic per il gol col Cagliari e il gol che ha sbloccato la partita nell’ultima del girone d’andata a Bergamo con l’Atalanta.

Quarto di difesa o quinto nella mediana per lui non fa differenza, scende in campo giocando ogni partita con la sua solita grinta e la sua infinita corsa; a Roma lo chiamavano “Forrest Gump” e ad essere sinceri non avevano tutti i torti perché quando il ragazzo che viene dal Canton Lucerna inizia a correre non c’è niente e nessuno che possa fermarlo, come un vero e proprio treno frecciarossa. La valutazione fatta questa estate poteva di certo sembrare esagerata, ma dati i risultati ottenuti non si può fare altro che rendere il dovuto onore a Beppe Marotta per questa giusta intuizione.

Nonostante il numero 26 non abbia ancora dato alcun segno di cedimento finora (facendo i dovuti scongiuri), l’arrivo di Caceres risulta di indubbia utilità per far recuperare fiato ai titolari di difesa che dall’inizio del campionato non hanno assolutamente riposato; anche la valutazione dell’uruguayano sembra piuttosto alta, ma si sa che di questi tempi la benzina costa…

COMMENTA L’ARTICOLO SUL NOSTRO FORUM

Scritto da il 31 gen 2012 . Registrato sotto Generali, News .

TI POTREBBERO INTERESSARE

 

Sondaggio

Calciomercato, la Juventus deve scegliere tra Morata e Balotelli. Voi chi preferireste?

View Results

Loading ... Loading ...

CJ sul tuo smartphone

LA VIGNETTA

Social Network